Corso di tessitura tradizionale sarda


corso-di-tessitura-aggiusUn intreccio di fili colorati, una fitta trama, agili e laboriose mani che lavorano con ritmo incalzante tanto che pare suonino una melodia a tratti dolce, a tratti decisa.
Lino, seta, lana e bisso marino sono i materiali che vengono o che venivano usati dalle donne sarde per tessere splendidi arazzi, calde coperte e capienti “bertulas” (bisacce).
La dote di una ragazza non era solo un baule pieno di oggetti, era un bagaglio fatto di arte, maestria e manualità, in cui la tessitura aveva un ruolo fondamentale.

Tramandare quest’arte è necessario per mantenere viva la tradizione e per far sì che quel mondo passato, trovi ancora ispirazione.
Si terrà dal 9 novembre al 16 dicembre 2016  presso il MEOC di Aggius (Museo Etnografico), il Corso di tessitura tradizionale. 

La società AGIOS è organizzatrice del corso, in collaborazione con le tessitrici Maddalena Carbini e Gabriella Lutzu.

12 lezioni di tessitura per realizzare un manufatto che verrà consegnato ai partecipanti.
Le lezioni si svolgeranno dalle ore 16.00 alle 17.30 oppure dalle 11.00 alle 12.30.
Ogni partecipante avrà la possibilità di prenotare, senza costi aggiuntivi, 4 ore di lezione supplementari per avanzamento del lavoro.

Il prezzo è di 170€ a persona.

Per info e prenotazioni potete contattare i numeri 349 4533208 oppure 079 621029.

 

 

Annunci

Musica sulle Bocche 2016


Musica_Sulle_Bocche_2016-ricamp_1

Quest’anno Musica sulle Bocche 2016 compie 16 anni e il programma è ancora una volta ricco di manifestazioni e spettacoli incredibili.

Il festival musicale coinvolge da sempre artisti e musicisti provenienti da ogni parte del mondo, le esibizioni sono incastonate nei luoghi più suggestivi  di Santa Teresa Gallura.

Dall’alba al tramonto è un succedersi di spettacoli e performance, incredibili.

Non vogliamo svelarvi troppo, perciò segnate in agenda gli spettacoli in programma.

Per maggiori informazioni:

Info Line: +39 344 0699882
email: info@musicasullebocche.it

 

Festival itinerante del Folklore 2016


È cominciato qualche giorno fa e oggi, 4 luglio 2016, fa tappa ad Arzachena, è l’UfiFest 2016.

A partecipare all’evento musicale, non ci saranno solo gruppi folkloristici sardi, ma compagnie di artisti provenienti da tutta Italia.
L’UFI, l’Unione Folklorica Italiana, è l’ente promotore di questo spettacolo itinerante che valorizza le tradizioni popolari, i costumi, la musica e la danza del territorio italiano.

Le prime due giornate si sono svolte a Tempio Pausania, mentre questo è il programma dei giorni a seguire:

  • 4 luglio 2016 – Arzachena – Piazza Risorgimento ore 21.30
  • 5 luglio 2016 – Golfo Aranci – Anfiteatro Chiesa di S. Giuseppe – ore 21.30
  • 5 luglio San Teodoro – Centro città – ore 21.00
  • 6 luglio . Tempio Pausania – Piazza Gallura ore 21.00

La rassegna musicale, avrà come ospiti quattro gruppi in rappresentanza del nord, centro e sud d’Italia e la partecipazione di diversi gruppi sardi che porteranno sul palco le più antiche tradizioni popolari delle varie zone dell’isola.

Per maggiori informazioni potete visitare la pagina Facebook dedicata all’evento.

 

 

Gioielli d’autore a La Maddalena


Lo so che siete alla ricerca degli ultimi regali di Natale, state cercando qualcosa da mettere sotto l’albero, un pensierino per una zia, una fidanzata o una sorella.
E allora per una volta lasciate perdere cover per IPhone e IPad, dozzinali cofanetti da profumeria e gratta e vinci.

Piuttosto date un’occhiata alle creazioni di una giovanissima artigiana che realizza gioielli unici e personalizzati.
Ha solo 21 anni, una grande passione e tanto talento: lei è Federica Maxia.
Questi sono solo alcuni dei suoi gioielli d’autore, realizzati con pietre, cristalli, argento e altri materiali preziosi.

#piercingearrings #terrasmeraldabijoux #sardinia #lamaddalena

A post shared by TerraSmeralda_creations (@terrasmeralda_creations) on

Per ammirare le sue creazioni visitate la pagina Facebook e il suo profilo Instagram.
La potete contattare anche via mail o telefono:
federica.maxia@gmail.com
+39 349 5723403

Arte e creatività a La Maddalena


Creare la carta
Creare la carta – foto di Stefania Missio

Mani impiastricciate di colori a tempera, pennelli a bagno nell’acqua colorata, carta, cartone e cartoncini multicolore, non manca nulla. Mettete in gioco tutta la vostra creatività e fantasia e fate un salto al Museo dei Piccoli… anche se siete grandi!

Vi abbiamo parlato di Stefania Missio qualche anno fa, quando a Lu Salconi abbiamo ospitato le sue ceramiche (anche se mi sembra riduttivo chiamarle così, sono vere e proprie opere d’arte!).

Oggi vi parliamo del suo interessantissimo progetto: il Museo dei Piccoli.
Il fatto che si chiami museo, non deve spaventarvi… nulla di noioso!

Uno spazio permanente per autoctoni e turisti, dedicato alla creatività, alla creazione e comunicazione di arte e cultura. Un fitto programma di laboratori e iniziative che potrete consultare direttamente sul blog del Museo dei Piccoli.
Dedicato ai piccoli da 0 a 12 anni, vengono organizzate intere giornate dedicate anche agli adulti.

Qui la parola d’ordine è divertirsi e divertire. Come? Attraverso pittura, scultura, fabbricazione, costruzione, incisione e mille altre tecniche tutte da scoprire.

Partecipare costa pochissimo, visto che un ingresso parte da 3€ fino a un massimo di 12€, in base al tipo di laboratorio e alla durata del corso.

Gli orari di apertura (che potrebbero subire modifiche con l’arrivo dell’estate) sono:
tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00
Martedi chiuso. Giovedì pomeriggio chiuso.
Sabato e Domenica apertissimo!

Il museo si trova in Piazza Barone Des Geneys 13 – 07024 La Maddalena (OT).

Per ottenere maggiori informazioni contattate Stefania al 340.3167140.

 

Mostra d’arte a Lu Salconi, le ceramiche di Stefania Missio


Inizia oggi 29 luglio 2013 e proseguirà per tutta l’estate l’esposizione delle ceramiche e delle opere di Stefania Missio.

Ceramiche fatte a mano

Sono esposti nell’accogliente sala ristorante del nostro agriturismo vasi, tazze, bicchieri, piastrelle e simpatici pesciolini colorati.
Potrete venire a dare un’occhiata anche solo per curiosità e se qualcosa vi piace potrete acquistare direttamente qui a Lu Salconi una di queste magnifiche opere.
Sarà di certo un souvenir insolito e autentico da portare a casa dopo la vostra vacanza in Sardegna!

Le piastrelle raffigurano i volti delle donne sarde in costume tradizionale, in modo geniale e decisamente inconsueto.
I vasi colorati e vivaci, hanno forme snelle o panciute, rotonde o più simmetriche.
I pesciolini colorati si possono trasformare in simpatici fermacarte, calamite, ciondoli e tanto altro.

Ceramiche sarde Stefania Missio

Le opere di Stefania sono realizzate a La Maddalena nel suo piccolo laboratorio artigianale. Ad aiutarla Tino, compagno di vita e di avventure che abilmente lavora e cuoce le ceramiche lasciando a Stefania il compito di inciderle e decorarle.

pesci colorati di Stefania Missio

Chi è Stefania Missio?

Artista figlia d’arte, nasce a Roma e studia alla Scuola Internazionale di Grafica di Venezia approfondendo le arti incisorie e la pratica del libro d’artista.
Ha esposto i suoi lavori in alcune delle città italiane ed estere più importanti
tra cui New York, Berlino, Francoforte, Santiago del Cile,
La Serena (Cile). È proprio a La Serena che è stata invitata a
tenere seminari e conferenze sul libro e sul proprio operato presso l’università.
A La Maddalena ha prestato la sua creatività all’arte dermografica, presso Gattomatto Tattoo Studio e nel 2010 fonda Quasimodo 3 dedicato alle ceramiche in cui si fondono forma plastica, incisione e pittura.

Grazie Stefania e Tino per averci concesso il privilegio di ospitare quest’esposizione!

Visita al Museo etnografico di Aggius


Museo Etnografico Aggius
Appena si arriva nel piccolo centro di Aggius si viene travolti dalla sensazione di aver fatto un salto indietro nel passato. Le case forti e solide hanno anima e corpo di granito, le vie strette e gli angoli inaspettati regalano una passeggiata piacevole a tutti i visitatori, i volti degli abitanti e i loro sorrisi al vostro passaggio creano un’atmosfera del tutto familiare.
Si tratta di un piccolo paese dalla vivacità culturale che non ti aspetti.

Qui nasce il Museo Etnografico, MEOC – Museo etnografico Oliva Carta.
Una parte del museo è una vera e propria ricostruzione di un antico stazzo gallurese, con le stanze una in fila all’altra, con il camino dalla canna fumaria rotondeggiante, con la stanza da letto con letti alti e troppo stretti per il nostro gusto moderno e con credenze che contengono il servizio buono, quello da esibire solo per gli ospiti.

Un’altra parte del museo è dedicata alla tessitura e alla fine lavorazione dei tappeti. Di tanto in tanto si può assistere al lavoro di abili donne che tessono e intrecciano fili di lana colorata.
Sono esposti alcuni abiti tradizionali, come quello insolito e di influenza spagnola che vede la doppia gonna dell’abito femminile girata sul capo.

C’è poi la cantina e la stanza del sughero e ancora una parte del museo dedicata a mostre temporanee di artisti internazionali.

Ad accogliervi uno staff preparato e disponibile, capace di far apprezzare ai propri visitatori la storia di questa parte di Sardegna, che guarda il mare dalle sue sugherete centenarie.

Indirizzo
via Monti di Lizu, 6 – 07020 Aggius
tel. +39 079 621029
+39 349 4533208

Biglietti
€ 4,00 (intero); € 3,00 (ridotto, per comitive di almeno 15 persone); € 2,50 (ridotto, per bambini fino a 10 anni). Escursioni al centro storico: € 4,00. Tour mezza giornata: € 11,00 o € 14,00 (se richiesta guida multilingue).
Tour giornata intera: € 16,00 o € 19,00 (se richiesta guida multilingue).