Auguri di Buon Natale 2017


Abbiamo pensato a mille biglietti e cartoline di auguri, ma questo ci sembrava il più sincero!

Auguri per un felice e sereno Natale dallo staff di Lu Salconi (gatto compreso!).

Auguri da Lu Salconi

Profumo di spezie e cannella


Il Natale profuma di spezie, di cannella, di arancia e di limone, di fave di cacao e stecche di vaniglia.
Ecco allora che mi viene in mente un insolito sciroppo speziato, perfetto per essere utilizzato come bagna per ciambelle e pan di Spagna o per dare forza ad una fresca macedonia.

Preparare questo sciroppo è semplicissimo e vi accorgerete che il profumo che si diffonderà nell’aria sarà qualcosa di magico. Son sicura che i bambini accorreranno in cucina attirati dalle note dolci di questa pozione.

La verità, ad ogni modo, è che non vi è una vera e propria ricetta, perché sarà il vostro estro e il vostro gusto personale a decidere quanto mettere e quanto togliere di ogni ingrediente.
Possiamo darvi qualche suggerimento e dirvi cosa ci mettiamo noi.. ma poi sta a voi dargli il giusto carattere.

Ecco cosa occorre:

Si tratta di uno sciroppo, perciò partiamo da 1 litro di acqua e 100 gr di zucchero semolato (se usate lo zucchero di canna gli darà un aroma più caramellato).

Aggiungete a piacere:

  • peperoncino
  • chiodi di garofano
  • anice stellato (intero)
  • radice di curcuma essiccata (ne basta un pezzetto, non esagerate)
  • stecche di cannella
  • zeste di arancia
  • zeste di limone
  • qualche foglia di basilico
  • fava Tonka (sotto vi spiego cos’è!)
  • radice di zenzero fresco
  • il resto è a piacere…

A questo punto mettete sul fuoco e lasciate andare finché l’acqua non si è colorata e insaporita a sufficienza.
Lasciatela raffreddare e se volete usarla nei giorni successivi, potete tranquillamente conservarla in frigo.

Torno alla fava Tonka che è un ingrediente del quale mi sono innamorata e che son sicura piacerà anche a voi.
Si tratta di un seme marrone scuro, rugoso e simile a un dattero essiccato; è ricavato da un grande albero che cresce in Sud America e ha note profumate che ricordano la vaniglia e la mandorla.
Attenzione, pare che se usato in grandi quantità possa sviluppare un potere nocivo, ma visto che a voi ne servirà appena un chicco, non correrete questo rischio.

Potreste utilizzare quella che vi resta per sostituire la vaniglia nella crema pasticcera, in una panna cotta o per abbinarla al cacao.

Grazie di cuore allo Chef che ha condiviso con noi questa ricetta e buon divertimento a chi si cimenterà nella preparazione.