Nasco, l’uva riscoperta


Uve NascoTrovo che il suo nome abbia un certo fascino, che si scopre lentamente nel bicchiere, sorso dopo sorso.

Il Nasco è un vino autoctono della Sardegna, ha un colore giallo paglierino, un profumo delicato e al sapore risulta gradevole e caratteristico, con note di frutta matura e leggermente sapido sul finale.

Si sposa bene con i dolci della tradizione sarda, a base di miele e mandorle, formaggi freschi e paste sottili e friabili.
Si dice che le uve Nasco, fossero già note tra i romani; si dice anche che furono i Fenici a portarle sull’isola.

Ad ogni modo, si tratta di un frutto dimenticato per centinaia di anni e riscoperto solo qualche decennio fa, per opera di piccoli produttori che tentarono di proporre un vino che ebbe subito successo.

Purtroppo ancora oggi, questo pregiato e raro vino non è noto oltre i confini dell’isola.

Le vigne sono situate maggiormente nei territori di Cagliari, nel Campidano e a Serdiana, dove i terreni sono calcarei e battuti da venti caldi provenienti da sud, più precisamente dell’Africa, visto che qui siamo già ai confini della terra sarda.
Uve dal nome maschile quelle del Nasco,  hanno dimostrato forza e tenacia per restare vive e vigorose anche quando l’uomo aveva distolto da loro l’attenzione.

Come vengono coltivate le uve Nasco?
Si predilige l’alberello e il sistema Guyot, una tecnica di potatura mista, perfetta per vitigni altamente produttivi. Si scelgono terreni calcarei, in certi casi caratterizzati dalla presenza di acque salmastre e stagni salati.
Raccolte presto, le uve maturano al freddo e infine si affinano nel rovere.

Oltre alle etichette di pregio come l’Iselis o il Nasco di Cagliari, potreste trovare questo vino sfuso, nelle enoteche specializzate.

 

 

Annunci

3 thoughts on “Nasco, l’uva riscoperta

    1. Anche noi lo abbiamo scoperto e riscoperto qualche anno fà…. la nostra enoteca di fiducia lo vende sfuso! Da provare mentre si gusta una seadas… homemade ovviamente! Buon assaggio e attendiamo commenti!:-)

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...