Alluvione in Sardegna


A distanza di qualche giorno dalla forte alluvione in Sardegna, ci sentiamo di dover dire qualcosa.

Telegiornali, quotidiani, magazine online e programmi radio hanno diffuso informazioni e numeri, hanno raccontato la tragedia, hanno mostrato volti preoccupati e tristi, hanno raccontato di una regione dal territorio danneggiato e dal cuore distrutto.

Per educazione, formazione o semplicemente per modo di fare, i sardi sono ancorati alla loro dignità.
Ricordo mio nonno, che non mostrava mai un piccolo dolore – per non far preoccupare moglie e figli – o che aiutava chi aveva bisogno di lavorare in campagna per guadagnare due soldi, mantenere la famiglia e di conseguenza la sua dignità di uomo.

In una situazione come questa, una regione abituata a non avere nessuno attorno se non il mare, si rimbocca le maniche e si mette all’opera da se.
Gli aiuti esterni non mancano e si è grati a chi dal Piemonte, dal Lazio e dalle altre regioni italiane, ha affrontato un lungo viaggio per portare abiti, coperte, materassi e chissà che altro.

Ci sono poi i paesi meno colpiti che si mettono in moto, stipando in camion e auto tutto il necessario da donare alle città più colpite.

La bontà della gente in questi casi diventa protagonista del giorno dopo e ad affrontare la tragedia si è in tanti e tottus impari (tutti insieme).

C’è un però: la preoccupazione di risollevarsi, la preoccupazione di un’economia già fortemente colpita che con l’alluvione ha avuto il colpo di grazia.

Non abbiamo grandi industrie ne grandi fabbriche, viviamo di turismo e pastorizia e ci domandiamo chi tra i tanti ministri e deputati è davvero interessato alle sorti di una regione in mezzo al mare, che spesso è solo un luogo comodo dove fare le proprie vacanze estive tra vip e starlette.

Il passato insegna e dimostra che territori come l’Irpinia, l’Abruzzo e le Cinque Terre, ancora oggi sono in fase di “ricostruzione”, una parte della popolazione è ancora rifugiata nei container e le strade sono ancora pressoché danneggiate.

Perciò cari politici dimostrate per una volta un po’ di vero interesse perché basterebbe ridurre solo uno dei vostri stipendi per costruire un’abitazione sicura per una famiglia bisognosa… noi italiani, intanto, ci diamo una mano a vicenda per rimettere a posto i vostri errori!

 

Annunci

2 thoughts on “Alluvione in Sardegna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...