Ricetta dell’Agnello al Finocchietto selvatico


Il suo profumo è inconfondibile e l’uso che se ne fa in Sardegna è incredibile. Parliamo del finocchietto selvatico diffuso soprattutto nella cucina sarda dell’Anglona e del Logudoro.

Tra la fine di agosto e il mese di settembre, se passate per le campagne da queste parti, vedrete ai bordi delle strade e nei campi, intere famiglie arruolate da madri e nonne che impartiscono ai nipoti lezioni sul riconoscimento della giusta pianta, quasi come fossero segugi da tartufo e li spediscono in missione tra cespugli e arbusti.

È usato anche per insaporire la carne e noi oggi vogliamo suggerire la nostra ricetta dell’agnello con finocchietto selvatico:

-Agnello in pezzi
-olio d’oliva
-1 bicchiere di vino bianco
-cipolla
-aglio e prezzemolo
-pomodoro fresco
-finocchietto selvatico fresco
-sale q.b.

Preparazione:
Fate soffriggere la cipolla nell’olio d’oliva, aggiungetevi l’agnello e sfumate con il vino bianco. Aggiungete un trito di prezzemolo e uno spicchio d’aglio schiacciato.

Coprite con acqua e riponete nel tegame il finocchietto tritato grossolanamente.
Aggiungete un cucchiaio di pomodoro, tanto per colorare un po’.

Fate cuocere per circa 40 minuti, in modo che rimanga un sughetto non troppo ristretto.

Buon appetito!