L’artigianato sardo e la filigrana


Pizzi, merletti, gilet e ampie gonne, un insieme di stoffe colorate che cadono morbide sui fianchi delle donne e profili decisi e scuri negli abiti degli uomini, capaci di esprimere tutto l’orgoglio e il senso di dignità che caratterizza l’uomo sardo.

Ogni paese e ogni città in Sardegna ha confezionato nel corso del tempo il proprio abito tradizionale, che rispecchia più di ogni altra cosa la ricchezza del luogo e che all’occhio dello straniero si manifesta come un’opera d’arte.

I gioielli di filigrana che arricchiscono i costumi, sono accessori di estrema importanza ed emblema di femminilità, che ancora oggi vengono indossati da giovani donne, sia per la loro cura nei dettagli, sia per un senso di appartenenza a questa terra.

È piacevole notare come sas corbulas (orecchini simbolo di prosperità) o una fede sarda, facciano parte di quel lungo elenco di souvenir che i turisti mettono in valigia, come prezioso ricordo di una vacanza estiva in Sardegna.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...